Barbara Giacone

Gestalt Counselor, Coach e Consulente organizzativa

Titoli di studio

Specializzata in Gestalt Counseling, presso la Scuola Gestalt SGT di Torino.
Specializzata in Gestalt Coaching presso la Scuola Gestalt Coaching di Torino
Laurea in Economia e Commercio con indirizzo amministrazione, finanza e controllo

Attività

Counselor privato: colloqui di sostegno e supporto alla persona. Percorsi individuali, di coppia e di gruppo.
Coach privato: percorsi individuali e workshop di gruppo per l’acquisizione di consapevolezza e del potenziamento delle competenze
Consulente organizzativa e strategica per organizzazioni: progettazione, valutazione e miglioramento di mission, vision, obiettivi, strategie, politiche e modelli di governance aziendale.
Formatore e Supervisore per conto di enti pubblici e privati (temi principali d’intervento: gestione dei conflitti, comunicazione efficace, sviluppo delle capacità relazionali e di leadership, gestione dei processi in ambito HR e amministrativo).
Docente in corsi di formazione di contabilità di base e di acquisizione e rafforzamento delle soft skills
Tutor del corso GC21 di counseling presso la Scuola Gestalt di Torino (SGT)

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”
Mahatma Gandhi

Che cosa è Il Counseling?

Il counseling è un’attività professionale, basata su abilità comunicative e relazionali.

L’intervento di counseling è mirato a evidenziare e sostenere le risorse individuali ed a promuovere le competenze interpersonali, per costruire relazioni feconde e costruttive con l’ambiente di vita personale e professionale e raggiungere gli obiettivi individuali e di gruppo secondo espressioni libere e creative.

Il Gestalt Counseling: ha radici nella filosofia esistenziale e fenomenologica e nella teoria della Gestalt, ma non appartiene né alla filosofia né alla psicologia, bensì all’arte dello stare in relazione. Il lavoro di un Gestalt Counselor è facilitare la consapevolezza del cliente, sostenendolo a dare un nome alla sua esperienza e a trovare le proprie soluzioni creative. La dimensione temporale è quella del qui ed ora. Ciò che conta non è la causa passata o l’interpretazione del vissuto, ma il “come”, il modo in cui il fenomeno si presenta, senza pregiudizi né aspettative, nella sua sensorialità immediata. Centrale diventa la capacità di stare in contatto con gli altri, di percepire i propri reali bisogni e i modi per soddisfarli. Il cliente può così scoprire che la creatività è l’arte di uscire dal “probabile” per entrare nel “possibile”.

Dove

Scuola Gestalt di Torino – Counseling